Il Kenya rilancia il turismo in tutta sicurezza. Inglesi tolgono il veto su Lamu e la costa.

Il Governo inglese, dopo aver tolto il bollino rosso sulla costa meridionale del Kenya, ha dall’inizio di marzo dichiarato sicuro anche il meraviglioso arcipelago di Lamu, sulla costa nord.
I servizi segreti della Gran Bretagna, che sono considerati tra i più attendibili in quella zona del continente africano, continuano a segnalare come pericolose le zone a ridosso del confine con la Somalia, che tuttavia non sono interessate dal turismo. L’arcipelago di Lamu, invece, molto apprezzato dal turismo internazionale, era rimasta l’unica meta ad essere ancora sconsigliata. Ma finalmente, dopo anni di avvertenze e di timori, viene considerata sicura e accessibile ai propri turisti anche da Londra. Unica avvertenza arrivarci direttamente con l’aereo, senza percorrere la lunga strada.
Tutte le principali destinazioni safari del Kenya sono segnalate come sicure: Aberdare National Park, Amboseli, Laikipia, Lake Nakuru, Masai Mara, Meru, Mount Kenya, Samburu, Shimba Hills, Tsavo.
Così per le destinazioni costiere: Mombasa, Malindi, Kilifi, Watamu, Diani, Lamu Island and Manda Island.
Le aree non ancora considerate sicure sono: la fascia di 60 km dal confine somalo, la regione di Garissa, l’area Eastleigh di Nairobi, la regione di Lamu (eccetto Lamu Island e Manda Island), la zona del fiume Tana per la parte riva superiore fino al Galana.
FCO 285 - Kenya Travel Advice Edition 19 [WEB]
La notizia è stata accolta con gioia dagli albergatori di Lamu e delle isole vicine, che per molto tempo hanno sofferto la fuga di gran parte dei turisti proprio a causa dei veti o delle avvertenze di non frequentarla, specialmente per la sua vicinanza alla Somalia.
La buona notizia è stata commentata positivamente anche dal Ministro del Turismo Najib Balala che ha evidenziato il buon lavoro svolto da tutte le forze in campo per assicurare sicurezza specialmente nei luoghi frequentati dai turisti.
A questo punto gli occhi sono puntati ovviamente sulle elezioni nazionali del prossimo agosto, ma i politici e il loro entourage hanno capito che votazioni pacifiche potranno coincidere con un ritorno ai tempi d’oro dell’afflusso di stranieri in Kenya e sembra non vogliano farsi scappare questa grande occasione.
Ma il rilancio del turismo passa anche attraverso un grosso piano di incentivi messi in atto da alcuni mesi. Come il visto d’ingresso gratuito per i minori di 16 anni, la diminuzione del National Park fee (da 90 a 60 US$), fino all’annullamento delle landing fee per i voli charter in arrivo all’aeroporto di Mombasa per un periodo di 30 mesi. Inoltre, nuove strade come quella che da Malindi porta al parco Tsavo in un’ora, contro le quattro di prima. Ferrovie veloci in costruzione, potenziamento dell’aeroporto di Mombasa e nuovi hotel.

Fonte: Malindikenya.net e Gov.uk

Annunci
Comments
One Response to “Il Kenya rilancia il turismo in tutta sicurezza. Inglesi tolgono il veto su Lamu e la costa.”
  1. tramedipensieri ha detto:

    A piccoli passi ma si va…avanti. bene così

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Café Africa
  • Benvenuti in Café Africa!

    Café Africa è un viaggio alla scoperta di un continente vasto, vario e pieno di energia.
    Un luogo d’incontro per raccontare l’Africa e per cercare di conoscerla più profondamente, superando i luoghi comuni e i pregiudizi di cui spesso è vittima e indagando su aspetti poco noti.
    Café Africa è un mio personale modo di rendere omaggio all’Africa, terra di cui mi sono innamorata perdutamente al primo incontro.
    Per informazioni, anche di viaggi: info.cafeafrica@gmail.com
    Alessandra Laricchia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: