Il futuro del turismo è in Africa ed è eco. Una tesi di laurea ci spiega perché

Dopo l’epoca dei lockdown e le azioni giovanili ispirate da Greta Thunberg, il mondo si sta riscoprendo più sensibile alla natura e alla salvaguardia del pianeta, che è al tempo stesso tutela della nostra salute. È in questo spirito che si incastra la riflessione sul futuro del turismo, un viaggiare che probabilmente si trasformerà in riscoperta del verde, dei luoghi isolati e a contatto con l’ambiente naturale. Un abbandonare il mordi e fuggi e le folle per riavvicinarsi ai paesaggi, agli animali e ai silenzi.

In questo quadro l’ecoturismo potrà soddisfare proprio queste esigenze. E l’Africa, soprattutto alcune zone più intatte, potranno vantare un’offerta turistica di fascino e a basso impatto ambientale.

Pubblichiamo qui di seguito l’introduzione della tesi di laurea di Isabella de Pierris, che ha analizzato l’ecoturismo in Namibia, paese all’avanguardia per questo tipo di approccio turistico.

Ho scelto questo argomento dopo una vacanza con la mia famiglia in un lodge ecosostenibile in Namibia. La ricerca, fatta in internet, per trovare un alloggio in Africa, ci ha condotti al sito web Nkasa Lupala Tented Lodge. Leggendo, ci ha colpito la particolare attenzione dei proprietari rivolta a un turismo ecologico, di preservazione dell’ambiente e di rispetto per la popolazione locale e per gli animali; il bisogno di proteggere l’ecosistema intorno a noi è un tema molto attuale.

Viviamo in un meraviglioso mondo pieno di bellezza naturale e non ce ne rendiamo conto abbastanza. Essermi quindi imbattuta per caso nella lettura del sito di un Lodge che cerca di rispettare e far rispettare la natura, che pone la sua attenzione alla bellezza dell’area dove è costruito, mi ha convinto a provare questa esperienza.

Nel corso dei secoli l’idea di partire ed intraprendere un viaggio ha avuto finalità diverse: scoperta di nuove terre da conquistare, scoperta di nuove terre per scambi commerciali, viaggi avventurosi per provare la propria forza.

Solo nell’antica Roma, a partire dal I sec. a.C., si diffuse la pratica della villeggiatura, in cerca di svago, di benessere fisico e mentale; gli aristocratici romani partivano per la campagna con l’idea di passare giorni in ozio, divertirsi con vari giochi e raggiungere una serenità lontano dai ritmi cittadini .

Il viaggio quindi è stato sinonimo di scoperta, sofferenza, conoscenza e divertimento.

Come si decide la meta del viaggio? Come si preferisce un posto turistico a un altro?

Nel nostro presente, conoscenza e divertimento sono sicuramente le molle che fanno scattare la voglia di viaggiare. La tecnologia ci aiuta nel programmare la vacanza ideale, quindi ricerche in internet per trovare la meta che soddisfi le nostre esigenze.

La lettura del sito web di cui mi sono occupata è avvenuta in inglese in quanto non esiste una traduzione italiana. Il lavoro di costruzione di una pagina web richiede dei requisiti che possano aiutare ad attirare possibili nuovi clienti per una vacanza, possibili nuovi sostenitori di una vacanza “eco-friendly” sensibilizzandoli a sviluppare dei sentimenti positivi sull’argomento.

L ’inserimento di parole chiavi allo scopo di ottimizzare la visibilità e potenziare il sito web al fine di posizionarlo tra i primi posti nei motori di ricerca (SEO) è un elemento fondamentale per la costruzione di una pagina web. Il sito Nkasa Lupala Tented Lodge usa parole come missione, impegno, principi, ambiente, risparmio energetico, sostenibilità ….

Un’altra prestazione legata alla costruzione di una pagina web ruota attorno all’ advertising sui motori di ricerca (SEM) che danno la possibilità di investire le proprie risorse nei processi di scelta delle giuste parole chiavi.

Un’ altra competenza è il Copywriting che è la redazione di testi pubblicitari.

Possiamo già capire quindi che la traduzione è fondamentale per attirare turisti che vogliano capire di più su questo tema e sperimentare in prima persona una vacanza ecosostenibile.

Il turismo sostenibile è un tema molto importante al giorno d’oggi, molte strutture alberghiere pubblicizzano questo tipo di vacanza e il fatto che non si consideri l’importanza di rendere accessibile una struttura simile anche a chi non conosce l’inglese mi ha spinta a proporre una versione italiana del sito.

Quando si traduce un sito vi sono delle competenze tecniche che il professionista traduttore deve avere bene a mente.

Il mio lavoro sarà diviso in 3 capitoli, nel primo capitolo affronterò l’importanza della qualità della traduzione di un sito web. Nel secondo capitolo, a fronte della traduzione della pagina web da me presentata parlerò della importanza di un turismo sostenibile ad giorni oggi.

Per chi volesse approfondire si mette a disposizione l’intera tesi:

DE PIERRIS TESI docx

 

Comments
One Response to “Il futuro del turismo è in Africa ed è eco. Una tesi di laurea ci spiega perché”
  1. paola rolando ha detto:

    Interessante!!! E utile!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

  • Café Africa
  • Benvenuti in Café Africa!

    Café Africa è un viaggio alla scoperta di un continente vasto, vario e pieno di energia.
    Un luogo d’incontro per raccontare l’Africa e per cercare di conoscerla più profondamente, superando i luoghi comuni e i pregiudizi di cui spesso è vittima e indagando su aspetti poco noti.
    Café Africa è un mio personale modo di rendere omaggio all’Africa, terra di cui mi sono innamorata perdutamente al primo incontro.
    Per informazioni, anche di viaggi: info.cafeafrica@gmail.com
    Alessandra Laricchia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: